• Pin It

A spasso per Milano

Ci sono città nel mondo dove la frenesia è di casa, la quotidianità che ti travolge senza accorgertene ti rende vulnerabile e che permette di scoprire degli angoli nascosti. Tutto ciò per annunciare che oggi vi porto a conoscere Milano.

Teatro della Scala Milano
I motivi che spingono a muoversi nella capitale della moda sono molte volte professionali, di corsa e pieni di frenesia, ma c’è un altro modo di vederla, attraverso delle piccole eccellenze e must da non perdersi.

Come uno studio-museo che respira design, il museo di Achille Castiglioni in Piazza Castello, di fronte il Castello Sforzesco. E’ aperto previa prenotazione solo alle visite guidate dal martedì al sabato, con ingressi alle 10, 11 e 12: c’è un perché di tutto ciò che si svela al suo interno, costo del biglietto €8 per gli adulti e €6.50 per studenti e possessori del biglietto della Triennale Design Museum. Achille Castiglioni è stato un grande genio del design. Vi dico solo questo: avete presente il click clack degli interruttori di qualsiasi lampada da tavolo? Ecco l’ha creato lui, oppure la famosa lampada Flos, copiata da molte altre aziende ma di proprietà intellettiva di Castiglioni. Queste sono solo alcune delle cose che scoprirete all’interno dello studio-museo.

Per riprendere un po’ d’aria e contatto con la realtà all’Arco della Pace affittate un segway, provando l’ebbrezza di fare Laboratorio Teatro della Scalaun giro tra Parco Sempione e il Castello, utilizzando l’energia cinetica del corpo e la green power del mezzo.
Per un pausa pranzo veloce in linea con il lifestyle milanese, andate a Brera, il quartiere degli artisti che ti catapulta in una realtà quasi bohemien con quei vicoletti stretti, fiori alle finestre ed osterie tra cui l’Osteria di Brera in Via Fior di Chiari. L’ambiente è molto giovane e il tagliere di affettati misti e gnocco fritto è qualcosa di sublime, viene tagliato tutto all’istante e si sente! Per un caffè c’è un luogo storico, il Bar Jamaica dove all’inizio del 1900 erano di casa molti personaggi storici tra cui Benito Mussolini, all’epoca giornalista, di cui si narra esser stato un debitore nei loro confronti.

Adesso siete pronti per un giro alla Pinacoteca di Brera, che in occasione della Settimana della Cultura è visitabile gratuitamente e che al suo interno conserva Il Bacio di Francesco Hayez oltre ad opere del Tiepolo, Caravaggio, Boccioni e molti atri.

Con la Settimana della Cultura s’incrocia un altro importante evento, il Salone del Mobile e ciò vuol dire che Milano si trasforma, soprattutto in zona Tortona, il quartiere del design ma anche di importanti realtà come il Laboratorio-Atelier del Teatro della Scala nell’ex area industriale delle acciaierie Ansaldo. Un’esperienza accessibile a tutti dove sospesi sui ponteggi potrete entrare nel fantastico mondo della fondazione, ammirando tutto il lavoro che c’è dietro ogni rappresentazione e spettacolo del Teatro della Scala (quando ci sono stato io stavano terminando le scenografie per i concerti di Vasco a teatro e Giuseppe sa quanto l’ho fatto rosicare :D ). Fratelli Alemagna Oltre ad ammirare il lavoro di questi artisti che si sviluppa su tre padiglioni: Benois, Carramba e Visconti (artisti che hanno avuto un rapporto intenso con la Scala), potrete ammirare i costumi originali di tenori ed etoile donati dagli stessi artisti, il costo del biglietto ne vale tutto, €5.00.

Rimanendo in zona Tortona un luogo da conoscere è lo show room di T’a Sentimento Italiano, realtà familiare gestita dai fratelli Alemagna, eredi della più conosciuta azienda dolciaria, dove potrete provare l’emozione di un percorso a base di cioccolati artigianali d’alta qualità, pasticceria fresca e secca.