• Pin It

Andalusia on the road

Se siete in procinto di pensare a dove andare in vacanza quest’estate l’Andalusia potrebbe essere una valida alternativa, magari un viaggio in stile “slow travel” o “on the road”.

Andalusia on the road

Partendo da Siviglia, aeroporto servito da Ryanair, noleggiate un’automobile e dopo aver speso un paio di giorni nella visita delle principali attrazioni locali, tra cui il Palazzo Reale muovetevi a sud, a Cadice, la città da cui partì Cristoforo Colombo alla volta delle Americhe e meta ambita del turismo spagnolo. Il vecchio quartiere, Casco Antiguo, giuseppe zanotti scarpe italia,è il centro della movida, pieno di locali, ricco di angoli d’antica architettura popolare e delle principali attrazioni: la Cattedrale in stile barocco e neoclassico è composta da una delle più grandi cupole di Spagna e la Custodia del Million, un ostensorio ricoperto da un milione di pietre. Cádiz desde la torre Tavira La Torre Tavira è la più alta delle torri di guardia presenti in città che durante l’800 erano presidi militari e che oggi giorno dalla terrazza permette di avere una vista panoramica su Cadice e sulle sue spiagge; La Caleta è una delle più popolari per l’acqua limpida e la sabbia dorata che le sono valse il riconoscimento della Bandiera blu. L’Oratorio de la Santa Cueva risalente al 1780 su tre delle otto arcate presenta opere del pittore Goya, tra cui l’Ultima Cena.

Proseguendo verso est luci colorate, musica assordante e flotte di gente annunciano l’arrivo nella Costa del Sol con una sosta al ristorante El Sardinia a Torremolinos, un posto per niente turistico, prima di giungere a Malaga. giuseppe zanotti scarpe outlet Da non perdere il Museo Picasso, situato all’interno del Palacio de Buenavista che offre una mostra permanente ed esposizione temporanee del padre del cubismo con un biglietto unico di €9.00 e il Centro d’Arte Contemporaneo (CAC) che ospita nei suoi 6000 metri opere e mostre dei maggiori artisti del XX secolo. Risalite in macchina e lungo l’A-92 in circa due ore arrivate nel cuore “arabo” della Spagna: Granada, dove oltre all’Alhambra (ricordatevi di prenotare prima e con anticipo), l’antica fortezza di mattoni rossi potrete visitare il http://www.dnionline.com Palacio de Generalife e perdervi nel cuore Moro di Albayzín, il quartiere che rappresenta al meglio il passaggio del mondo arabo a Granada, tra pouf di pelle, aromi da mille e una notte e ammirare il tramonto in un labirinto di stradine piene di locali dove prendere il the fumando il narghilè.

 

2008-06-12 (Granada, Spain) - 379 Mirador de San NicolásArkángel Fuma Fresas2008-06-12 (Granada, Spain) - 084