• Pin It

I tre monumenti dell’Andalusia da non perdere!

L’Andalusia è una regione della Spagna meridionale definita da molti “il ponte tra i due continenti” per via della sua posizione quasi a cavallo tra l’Europa e l’Africa. Famosa per essere la patria del flamenco, ogni anno richiama innumerevoli turisti provenienti da ogni angolo della Terra. Le città di questa regione (Cadice, Cordoba, Granada, Malaga, Siviglia, ecc.) degne di essere visitate sono tante ed ognuna di essa offre al visitatore numerose bellezze artistiche e culturali, nonché paesaggistiche e naturalistiche.

Alhambra Granada

Alhambra Granada

I tre siti dell’Andalusia assolutamente da non perdere sono:

Alhambra: è un grande complesso, composto da numerosi edifici e giardini, racchiuso all’interno di due cinte murarie: una vera e propria fortezza! Il termine più appropriato per tale complesso è quello di città-fortezza in quanto al suo interno era presente tutto ciò che potesse servire per affrontare la vita quotidiana. Gli edifici interni assolutamente da visitare sono: l’Alcazaba, il Palacio de los Leones e il Palacio de Comares. L’Alhambra è stata dichiarata nel 1984 “Patrimonio dell’Umanità” dall’Unesco. È situata nella città di Granada, di cui ovviamente ne è anche il simbolo.

Cattedrale di Siviglia: è un edificio religioso in stile gotico considerato da molti come “una delle cattedrali più belle del mondo”. All’interno della Chiesa si trovano oltre 70  cappelle, molte di esse di indiscussa bellezza. Tra le più belle e famose troviamo la Cappella Reale, al cui interno trovano dimora numerose tombe appartenenti a membri della Famiglia Reale. La Cattedrale ospita anche la tomba dell’esploratore e navigatore italiano Cristoforo Colombo. Il punto forte della Chiesa è la Giralda, ovvero la torre campanaria, una struttura alta quasi 100 metri simbolo della città di Siviglia. La Giralda dispone di una piattaforma dalla quale è possibile ammirare un panorama mozzafiato su tutta la città.

Mezquita di Cordoba: è una grande Moschea, successivamente tramutata in Cattedrale, in cui coesistono diversi stili, sia orientali che occidentali. Una peculiarità che ogni anno la porta ad essere meta incontrastata di tanti turisti. L’interno della Chiesa colpisce immediatamente l’attenzione dei visitatori per le innumerevoli colonne sormontate da archi di colore bianco e rosso. È stata definita da molti come “l’espressione più alta dell’architettura islamica in occidente”.