• Pin It

Lago di Garda dolce far niente

Parliamo di viaggi e relax e mi sembra di parlare di week-end dove la parola dolce far niente risuona dalla bocca di tutti.

Se penso ad un posto dove rilassarsi e forse anche troppo (non me ne vogliano chi ci vive o chi ci va in vacanza :) ) è il Lago di Garda. In questo angolo del nord est italiano sembra che il tempo si sia fermato a una ventina di anni fa quando la gente non attendeva altro che le ferie per rilassarsi, perchè parliamone, chi si è mai rilassato in vacanza? Di solito ci voglio altre 2 settimane per riprendersi dai bagordi. :)

lido di sirmione

foto di @fotospecht

Il lago di Garda è un luogo asettico da tutto ciò che c’è intorno, si vive lentamente e con cura, dato dalla presenza di luoghi termali come Sirmione e Bardolino e dal confine che dista poche centinaia di chilometri. Qui è ancora la norma vedere macchine con la targa straniera che annuncia la provenienza, piene di valigie, biciclette, tende e tutto ciò che vi portereste dietro in un trasloco, famiglie con bambini bianco latte che già alle nove del mattino occupano i posti nei lidi e alle 11:30/12:00 mangiano piattoni di pasta accompagnati da un cappuccino post pranzo. Ho provato a chiedermi e a chiederlo come mai qui non sia cambiato nulla e forse ho trovato le risposte: la pace e la tranquillità di questi luoghi, le passeggiate sui lungolaghi al pomeriggio, gli spritz con Aperol al tramonto nelle piazzette dei piccoli paesini che da giugno a settembre parlano lingue nordiche, le cene all’aperto nelle piazze dove alle dieci di sera vorresti iniziare le serate dopo una giornata di bagni e tintarelle e ti senti dire dal cameriere “che per questa sera abbiamo finito” (mi è successo un paio di volte). La cordialità è di casa, sfatiamo un pò il mito di questo nord est chiuso e poco sociale, basta saper essere educati e chiedere con cortesia la gente no vi dirà mai di no.

gardaland

foto di @lauretta1986

Il lago è così fatto di giornate all’insegna del benessere, di lunghe passeggiate tra le colline circostanti con delle degustazioni di Amarone e Soave nella sponda veronese e di sport acquatici nel versante trentino, Riva del Garda ogni anno accoglie migliaia di appassionati di windsurf o di divertimento con i più piccoli a Gardaland, Movieland e tutti parchi vicini. Durante il periodo estivo poi sono un continuo di feste patronali e sagre e recepire queste informazioni non è molto semplice in quanto i principali siti d’informazione non sono italiani :( ma vi segnalo Carnet Verona).

Da vedere c’è  molto e l’auto è il miglior mezzo per muoversi perchè i trasporti locali sono un pò una pecca man mano che si sale verso nord. La ferrovia giunge fino a Peschiera del Garda o a Desenzano, dopo solo autobus e gli aeroporti più vicini sono quello di Verona, dove atterrano anche alcune compagnie low cost tra cui Ryanair e Easyjet, che proprio in questi giorni ha anche lanciato una nuova offerta e Bergamo Orio al Serio (Brescia è in forte crisi). Il Garda ha una vasta offerta ricettiva, dai bed & breakfast agli hotel di alta categoria passando per gli appartamenti anche se non è una destinazione cheap ma che vale la pena visitare e conoscere anche se noi italiani la decliniamo un pò al contrario di tedeschi e olandesi…