• Pin It

7 luoghi per ammirare il Foliage d’autunno in Italia

Fall Foliage?”. Molti non conoscono questo termine ma tutti rimangono affascinati dai colori che assumono i boschi nei mesi autunnali. Tra ottobre e novembre gli alberi di caducifoglie si tingono di varie sfumature di giallo, arancione e rosso ed in alcune zone del mondo è nato un vero e proprio turismo del foliage! Nel New England(la regione che si trova nel nord-est degli USA e comprende tra gli altri gli stati del Maine, Vermont e Pennsylvania) il cambiamento del colore delle foglie delle foreste è una delle attrazioni principali dell’autunno.Spettacoli straordinari si possono osservare ad esempio nel Quebec, in Giappone e in Europa nella Valle del Loira.Ed in Italia?Quali sono i luoghi migliori dove poter recarsi armati di fotocamera?Io ne conosco alcuni, ma se fate un po’ di ricerche in rete ne scoprirete molti altri!

1) L’Appennino Tosco-Emiliano: la strada che conduce da San Marcello Pistoiese (PT) all’Abetone attraversa un bosco che assume tonalità tra il giallo, l’arancio ed il rossiccio. Ogni anno non posso fare a meno di tornare alla Doganaccia e percorrere la strada di montagna che passa per Melo. In alcuni tratti sembra di essere in una galleria di foglie!

2) Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini: tra le province di Perugia, Ascoli Piceno, Fermo e Macerata gli aceri e i faggi si colorano di rosso e giallo per dar vita a un paesaggio di rara bellezza. Qualche posto speciale ce lo segnala Stefano Ciocchetti, un bravissimo fotografo marchigiano (autore di tutti gli scatti presenti in questo post) che ha fatto parte del Social Media Team in Dreaming Piceno:

A) la faggeta nei pressi di Castelsantangelo sul Nera (MC)

B) la Macchia Cavaliera nei pressi di Forca Canapine (PG) (foto in alto)

C) gli altissimi faggi colonnari della Faggeta di S.Leonardo, sotto l’Eremo di San Leonardo dalle Pisciarelle (AP)

D) il lago di Boccafornace a Pievebovigliana (MC)

E) il bosco di piccoli faggi nei pressi di Ragnolo (MC)

 

3) Il Casentino: le colline al confine tra la provincia di Arezzo e quella di Firenze sono coperte da una fitta vegetazione. Se provenite da Firenze è sufficiente seguire la strada che dalla Consuma prosegue verso Stia e vi si aprirà un panorama mozzafiato, pezzato di colori che si alternano dalle sfumature di verde a quelle del rosso.
4) La Val di Fiemme: il Parco Naturale di Paneveggio è un luogo ideale per vedere il foliage. Le APT di San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi organizzano varie escursioni, anche fotografiche in compagnia di esperti, per ammirare il paesaggio dolomitico autunnale delle Pale di San Martino. Ne potreste approfittare anche per fare una visita al recinto dei cervi, dove si vedono senza difficoltà cerbiatti ed esemplari adulti.
5) I giardini di Sissi: le decine di specie provenienti da tutto il mondo – dalle querce rosse del Canada al tè asiatico – ospitate nelle aree botaniche intorno al castello Trauttmansdorff in Alto Adige ogni anno si colorano d’autunno e attirano migliaia di visitatori. Vi piace passeggiare? Allora è assolutamente consigliabile il percorso che parte da Merano in direzione del maniero intitolato all’imperatrice austriaca.
6) Il Parco Naturale del Gran Paradiso: anche i boschi della Valle d’Aosta non si sottraggono alle leggi della natura. A Courtil – 7 km da Bard vicino alla Valle del Cervino – vengono organizzati dei trekking fotografici per osservare il contrasto tra il verde brillante dei boschi di conifere ed il rosso dei faggi e dei ciliegi selvatici.
7) La Foresta Umbra: il cuore del Gargano, polmone verde del Sud Italia, abbonda di boschi di faggi secolari, aceri e querce! Il centro visite gestito dalla Cooperativa Ecogargano a Monte Sant’Angelo organizza trekking a piedi e in mountain bike, laboratori sulla Preistoria, gite per osservare le specie micologiche ed il foliage autunnale. Un posto consigliato? La vegetazione che cinge il piccolo lago di Umbra.

E voi ne conoscete altri?

Perché non ce li segnalate nei commenti?