• Pin It

In Val di Noto su rotaia

Tutti a bordo! Si parte!

Questa frase l’avrete sentita migliaia di volte ma questa volta vi voglio raccontare di un nuovo modo di scoprire la Sicilia Sud-Orientale, quella tanto cara al commissario Montalbano, attraverso il Treno del Barocco, una coppia di automotrici ALn 668.

Istituito da qualche anno, il Treno del Barocco è un’ iniziativa organizzata dalla Direzione Siciliana di Trenitalia, Regione Sicilia e i Comuni di SiracusaNotoScicliModica Ragusa, con la partecipazione del Dopolavoro Ferroviario di Siracusa che prevede di ripercorrere la vecchia tratta Siracusa-Ragusa effettuando tutte le fermate per permettere ai visitatori di ammirare le bellezze del Val di Noto.

Ognuno di questi piccoli paesini vi trasmetterà qualcosa di eccezionale, Siracusa con la spettacolare Ortigia, il Castello Maniace; Noto con i palazzi maestosi, tutti costruiti nella pietra calcarea locale, tenera e compatta, e il Corso Vittorio Emanuele ove sovrasta la Cattedrale di Noto con la cupola ricostruita dopo il crollo a causa terremoto nel 1996.

Scicli

Scicli, la cui forma a pesce tra le colline iblee permette di portarti tra mascheroni incastonati in palazzi sfarzosi come il Palazzo Beneventano o in passeggiate d’altri tempi in Via Mormino Penna, e di ammirare vedute mozzafiato dalla Chiesa di San Matteo.

Modica, terra del cioccolato, di dolci, come i mpanatigghia (dolci a base di carne tritata e cioccolato) e di natii della cultura italiana, come Salvatore Quasimodo.

I mpanatigghia di Modica

Con il quartiere ebraico ancora abitato e ricco di atmosfere Ragusa Ibla, perla del barocco siciliano, con più di 100 chiese da visitare e il maestoso Duomo di San Giorgio progettato dal Gagliardi che sovrasta l’omonima piazza.

Duomo di San Giorgio by night - Ragusa Ibla