• Pin It

Weekend a Castiglione del Lago

A partire da oggi su Travel Different cambieremo leggermente la programmazione del venerdì. Alla classica playlist di “fine numero” si alternerà un articolo dedicato alle nostre collaborazioni o, semplicemente, off-topic rispetto al tema principale. Insomma, quello che, nei giornali cartacei, viene chiamato inserto.

Stavolta l’articolo non sarà molto off-topic visto che vi racconterò il weekend che ho trascorso qualche settimana fa in Umbria, a Castiglione del Lago, un bel borgo medievale sul Trasimeno.

L’idea è nata da UmbriaBest, il portale turistico dell’Umbria, che ci ha proposto di partire alla scoperta del lago Trasimeno e dei dintorni; avendo io una sorta di amore morboso per questa regione non me lo sono fatto dire due volte! :D

Il viaggio doveva iniziare da Castiglione del Lago, ma lungo la strada abbiamo fatto due “pit stop” di cui vi parlerò alla fine del post per darvi qualche spunto in più nel caso vogliate replicare l’itinerario.

Arrivati a Castiglione del Lago, la prima cosa che ti colpisce è il panorama: la rocca affaccia su una sorta di belvedere sul lago.
Scattano le foto di rito, tra scorci e particolari del bel borgo e panoramiche del Trasimeno.

Messa a posto la reflex puntiamo diritto al museo ospitato nell’elegante Palazzo della Corgna;  imponente complesso monumentale ampliato tra Cinque e Seicento che ospita al suo interno uno dei maggiori cicli pittorici del tardo manierismo umbro-toscano.

Gli affreschi del Pomarancio al Palazzo della Corgna

Gli affreschi del Pomarancio al Palazzo della Corgna

Si tratta di oltre 1200 mq quadrati di superficie completamente affrescati per celebrare le gesta del condottiero Ascanio Della Corgna, fondatore della casata, ricalcando temi classici e ispirandosi ad eroi romani e alla mitologia greca. I colori sono vividissimi (anche grazie a un recente restauro) e permettono al visitatore di ammirare appieno questo capolavoro del Pomarancio.

Considerando che l’ingresso costa solo 5€ direi che il museo li vale tutti (e poi, l’avrete capito, la capatina artistico/culturale non me la faccio mancare mai!).

Il suggestivo camminamento dal Palazzo alla fortezza

Il suggestivo camminamento dal Palazzo della Corgna al Castello del Leone

Dal palazzo, grazie a un suggestivo camminamento, si raggiunge il “Castello del Leone” (fortezza chiamata così per la sua forma pentagonale ispirata alla costellazione del Leone). Si può fare un bellissimo giro panoramico delle mura, ammirando da un punto privilegiato il Trasimeno (in estate, il “Castello del Leone” diventa la suggestiva location per i concerti del festival Trasimeno Blues…da non perdere!).

Il lago Trasimeno visto dal Castello del Leone

Il lago Trasimeno visto dal Castello del Leone

Finito il giro ci rifocilliamo con un pranzo veloce in una delle tante locande del centro che offre la tipica torta al testo calda con salumi e formaggi locali.
Pranzo economico e veloce, ma non per questo di scarsa qualità: mi sono letteralmente leccato i baffi!

Tutto quello che ho risparmiato per il pranzo l’ho speso comprando nella stessa locanda vagonate di prodotti locali: salsa tartufata, olio extravergine di oliva D.O.P. del Lago Trasimeno, marmellate per formaggi,  dolci e chi più ne ha più ne metta! Una piccola nota va dedicata alla Fagiolina del Lago, piccolo fagiolo la cui coltura è stata recuperata da un gruppo di appassionati agricoltori ed è oggi diventata Presidio Slow Food.

La locando dove abbiamo mangiato la torta al testo e fatto shopping enogastronomico

La locanda dove abbiamo mangiato la torta al testo e fatto shopping enogastronomico

A questo punto continuiamo il nostro weekend con un po’ di relax (e ottimo cibo!) alle Torri di Porsenna e ancora altre escursioni culturali alla mostra Aurea Umbria e nel bel tempietto longobardo sul Clitumno…ma di questo parleremo lunedì, ora non mi resta che augurarvi un buon weekend!