• Pin It

Benvenuti al Sud

Quanti di voi stanno già pensando al film con Claudio Bisio e Alessandro Siani? Tanti :D  Ve lo dico già questo post non parlerà del film ma bensì di cosa vuol dire viaggiare nell’Europa meridionale, il sud d’Italia, il tacco-punta dello stivale.

Benvenuti al Sud

foto di psd | Flickr

Molte volte quando si parla di viaggi al sud c’è ancora qualcuno, convinto di varcare una terra di confine,  quella terra sconosciuta, a volte pericolosa, piena di personalità scontrose, egoiste che aimè si sono fatte avanti nei racconti al cinema, nei passaparola storici e nei libri, ma stavolta vi sbagliate! Il sud, la terra del sole, dei sorrisi, del ritmo lento della vita, del mangiar bene e sano che molte volte sembra il paradiso ma sapete cosa vuol dire muoversi da queste parti? La parola autostrada rievoca storie e racconti che vanno avanti da quasi mezzo secolo, la famosa A3 Salerno – Reggio Calabria, le ferrovie, provate a cercare quanto tempo ci si impiega da Palermo o Reggio

Viaggiare al sud

Foto di Giannicola74

fino a Milano (tempi infiniti), quindi se volete andare a conoscere i tesori artistici e culinari del bel paese la prima cosa da fare è sicuramente noleggiare un auto, un utilitaria va benissimo, studiare il percorso in anticipo annotando anche possibili strade alternative o secondarie perché trovarsi davanti a strade chiuse o deviazioni è l’ordine del giorno. In questi casi, il gadget che reputo la rovina umana dell’orientamento e che uso quando non posso fare a meno è utile, il navigatore, che potrete aggiornare fino all’ultima versione ma state sicuri che più volte non vi aiuterà, è pur sempre una macchina, quindi armatevi di sfacciataggine (soprattutto se siete timidi, vi servirà) e chiedete informazioni a qualcuno del luogo, che a meno che non siate sfigati sarà felice di aiutarvi e sarà pure il primo a dirvi che “l’aggeggio infernale” non serve a nulla :) solo loro conosco le vie di collegamento meglio di qualsiasi mappa stradale o gps.

Se vi aspettate di trovare indicazioni stradali e pensarvela di passarla liscia vi sbagliate, al sud ogni due per tre le segnaletiche sono assenti o ti fanno entrare in confusione, mica pensate di essere in vacanza?? Nella mie esperienze quelle volte in cui mi capita di guidare e trovarmi in queste situazioni, senza aiuti vari, mi piace affidarmi al mio senso d’orientamento che mi permette di scovare nascosti o difficili da vedere con le rotte “commerciali”.

Nel caso in cui, siete dei temerari e decidiate di affidarmi ai mezzi di trasporto, la prima cosa che vi dico è buona fortuna :)  scherzo! Ci si diverte sempre e poi avrete tante storie da raccontare al vostro rientro; per muoversi nel breve raggio i bus sono i mezzi più utili, se non gli unici e coprono gran parte dei territori; cercate di attaccare bottone con gli autisti, il che non è difficile, sono le persone più informate su come muoversi, dove andare a mangiare e da cui sentire i racconti di vita vissute in tutti questi anni di lavoro, allieteranno i percorsi più lunghi.

Raduno Vespa

Foto di PaPisc | Flickr

Vi ho convinto che viaggiare da queste parti non è poi così easy, però se come me vi piace un pò lo stile vintage noleggiate una Vespa e andate!

Benvenuti al Sud!

 

P.S. Seguici per sapere se faremo un Vespa Trip :D