• Pin It

Viaggiare e Fotografare

Sono due parole, due concetti, due azioni che per me vanno di pari passo.
Non posso partire per un Viaggio senza avere dietro la Macchina Fotografica.
Sarebbe bello comunque, perchè i paesaggi e i volti delle persone e le curve delle architetture rimarrebbero incollate nella mia Memoria, ma col Tempo poi la Memoria diventa flebile, sbiadisce, e forse tanti piccoli particolari, tante piccole luci e colori potrebbero essere Dimenticate…
Ecco: questo per me rappresenta un vero dramma.
Vedo quel posto, quel luogo, quella persona, quel colore solo in quel determinato momento. Potrei non riviverli più. Potrei non tornare più in quel posto. Potrei non incontrare mai più quella persona che mi ha colpito la prima volta – anzi, sarebbe sicuramente così… quindi perchè perdersi la chance di averli per Sempre con te?
Io sarei capacissima di arrivare, che ne so, in Australia e ritrovarmi senza Macchina Fotografica e perciò correre a comprarmene una o, se mi prende proprio la botta di matto, mi rifaccio 21 Ore di Aereo e torno indietro a riprenderla! Sì, lo so, è maniacale… ma che ci posso fare? Io mi porto la Macchina Fotografica dietro in qualunque momento (ecco perchè sono sicurissima che se andassi in Australia non me la scorderei… sarebbe la prima cosa infilata in Valigia!). Anche se vado a fare un Pic-nic, o una scampagnata, o semplicemente me ne vado alla Cascata delle Marmore o al Lago di Piediluco per la milionesima volta nella mia Vita! E tutti a dirmi: “E basta con questa Macchina Fotografica! Ci sei stata 100 volte qui!“, ma a me non importa un fico secco! Avrò anche visto quel posto 100 volte, ma un posto non è mai uguale a se stesso. Magari il Tramonto non è mai stato così rosso, o l’acqua così limpida. Magari il sole ha un’angolazione tale che l’acqua risplende Sembrando un manto di tanti piccoli Diamanti… potrei non aver mai visto una situazione atmosferica di quel tipo, e neanche avere la possibilità di rivederla più. E perchè perdermela? L’emozione che scatenerà in me mi rimarrà dentro, ma grazie a una Fotografia potrò riviverla tutte le volte che voglio.
Io vedo la Macchina Fotografica un pò come la prosecuzione del mio braccio e del mio occhio. Al braccio è Sempre incollata e cattura in maniera indelebile quello che il mio occhio in quel momento ha notato.

viaggiare e fotografare

La Passione per la Fotografia è Sempre stata parte di me.
Tuttavia, non ho iniziato ad occuparmene in maniera seria prima del 2005, all’età di 17 Anni, durante il mio Viaggio a Parigi, prima Città Estera che ho avuto il piacere, nonchè la Fortuna, di visitare.
Ero talmente entusiasta di quel luogo, Desiderosa di catturare per Sempre ciò che vedevo per non poterlo Dimenticare, che ho Scattato in soli 5 giorni 6 Rullini da 36, con la vecchia Analogica di mio padre… grazie a lui, che mi ha dato la possibilità di usare la sua Macchina benchè non ne avessi mai tenuta in mano una, e che mi ha spiegato gran parte delle nozioni base che ci sono da sapere (come si Carica una Pellicola, come si impostano gli ISO…), ho tanti bei Ricordi di ciò che è stato il mio Viaggio per il compimento dei 18 Anni. E non solo perchè Parigi è, senza ombra di dubbio, una delle Città più magiche che ci sono al Mondo, ma soprattutto perchè ho cominciato a sentire nascere in me il fuoco bruciante che, ogni giorni, mi fa sentire il Desiderio di prendere in mano la Macchina Fotografica e imprimere in Eterno ciò che mi colpisce, mi è caro, mi emoziona… in poche parole, quel Viaggio ha fatto risvegliare in me il bisogno, perchè di questo si tratta, di Ricordare ciò che Vivo…
Quando rividi le Foto a casa, mano mano che sfogliavo, percepivo l’entusiasmo e la curiosità che avevo provato per tutta quella settimana.
Questo è quello che amo della Fotografia!
Ogni emozione che tu senti, percepisci, vivi, viene inevitabilmente ritrasmessa su ogni Foto che Scatti.
Vi porto un esempio: quando nel 2010 sono andata a Barcellona, stavo vivendo un momento molto brutto della mia Vita. E sapete che vi dico? Non c’è una Foto che mi piace! E questo perchè non mi piacevo io, il mio umore, avevo Pensieri Negativi e vedevo tutto con un alone nero sopra… però, se non avessi Scattato quelle Foto, avendo proprio l’attenzione da un’altra parte, io non Ricorderei niente di Barcellona. Se chiudo gli occhi e mi sforzo di Pensare a quella Città, fra un pò non mi Ricordo manco la Sagrada Familia, che è stampata e riprodotta ovunque… ma Fortuna che ci sono le Foto a riempire i vuoti della mia Memoria!
Quello che voglio dirvi, in poche parole, è che ogni momento della nostra Vita è Importante. Ogni momento è uguale a se stesso e succede solo in quel preciso istante. Non potrebbe essercene un altro uguale. Per questo deve essere Ricordato e mai Dimenticato…