• Pin It

Bruxelles a Natale (e non solo): bellissima e low cost!

Tra le città low cost da inserire nel tema “Io viaggio con 99 €” del corrente numero di TD non poteva mancare Bruxelles! Almeno dal mio personalissimo punto di vista :-) In primis perchè effettivamente la capitale belga offre numerose possibilità di trascorrere un soggiorno con una spesa contenuta, in secundis perchè considero Bruxelles una città perfetta per essere visitata in 2/3 giorni.

Lo scorso anno, approfittando di una promozione ad hoc (tre parole latine nell’arco di poche righe, sarà contenta la mia prof di latino) io e la mia ragazza passammo un fantastico capodanno a Bruxelles e Bruges spendendo davvero poco e vi assicuro che non si tratta di un’impresa impossibile: occorre solo un pò di pazienza e di costanza nella ricerca.

(foto di visitflanders su Flickr)

Al solito il primo passo consiste nel trovare un buon volo. E con “buono” intento dire a basso costo… sul sito della Ryanair trovai un volo A/R (partenza da Pisa il 28 dicembre e ritorno il 1° gennaio) a 42 € tutto compreso, a testa. Forse un pò troppo alto per il nostro budget di 99 € complessivi? Ok, nessun problema. Invece che un indimenticabile notte di San Silvestro potete pensare a un bel weekend nel mese di dicembre: anche adesso si riescono a trovare dei voli a 8,99 € a tratta e anticipando di qualche settimana anche a 6 € (tariffe con check-in online incluso e solo bagaglio a mano di 10 kg).

Come mai insisto tanto sul fare il viaggetto nel mese di dicembre o al massimo nell’ultima settimana di novembre?
Dal 25/11/11 allo 01/01/12 il centro storico sarà illuminato dalle luci e dalle attrazioni del Plaisir d’Hiver: le bancarelle del mercatino natalizio si disporranno dalla Borsa fino a place S. Catherine dove all’ombra della ruota panoramica sarà presente una delle più belle piste di pattinaggio sul ghiaccio del mondo.
Ma è soprattutto “les Nuits Electrabel“, nella Grand Place, che da solo vale il viaggio! Uno spettacolo di luci e suoni della durata di circa 8 minuti che viene proiettato sull’Hotel de Ville, un susseguirsi di immagini che lo scorso anno danzavano sulle note di “Santa Claus is coming to town” e che potete vedere nel video qua sotto:

(video di pialotta su Youtube)

Ma torniamo alla nostra lista della spesa :-)
Le città italiane che la compagnia aerea Ryanair collega con Bruxelles sono Ancona, Bari, Bologna, Brindisi, Cagliari, Genova, Lamezia, Milano (Orio al Serio), Perugia, Pescara, Pisa, Roma (Ciampino), Torino, Trapani, Trieste, Treviso, Venezia (Marco Polo) e Verona.
Ma si tratta dell’aeroporto di Bruxelles-Charleroi… distante 46 km dal centro. Il mezzo più comodo per il trasferimento da/per l’aeroporto è il pullman della compagnia Lelan Voyages che al prezzo di 22 € A/R porta in 60 minuti alla stazione di Bruxelles Midi.

La scelta dell’hotel

In una visita di 2/3 giorni la posizione dell’albergo è importante e lo Sleep Well Hostel può rappresentare un buona soluzione: un due stelle pulito ma confortevole che mette a disposizione anche delle camere doppie con bagno privato e colazione continentale a 50 € a notte (25 € a persona). La sua posizione è ottima: da Rue du Damier 23 alla Grand Place, il cuore della città, ci sono solo 450 metri!
La metro (1,50 € la corsa singola, 4 € l’abbonamento giornaliero) vi servirà solo se volete visitare l’Atomium o il Padiglione cino-giapponese, le due principali attrazioni fuori dal centro. Tutte le altre, compreso il Parlamento europeo e la parte alta della città, sono raggiungibili a piedi. Basta dotarsi di un paio di scarpe comode :-)

(foto di visitflanders su Flickr)

Cosa mangiare a Bruxelles

Assolutamente obbligatorio è assaggiare le favolose patatine (io raccomando vivamente di spingersi sino a Place Jourdan dove si trova la Maison Antoine: una mega porzione costa 2,20 € senza salse aggiunte), le gauffres (di fronte al Manneken Pis, il bambino che fa la pipì simbolo di Bruxelles, ce n’è uno buonissimo ed economico!) ed il cioccolato, che però è piuttosto caro…
E se durante il giorno siete andati al risparmio accontentandovi di una mitraillette o di un altro hamburger tipico belga, la sera potreste anche concedervi una cenetta a base di moules frites, cozze e patatine fritte, al rinomato e più vecchio ristorante Chez Leon (in Beenhouwersstraat, una strada dove troverete un ristorante dopo l’altro…). Però sarà meglio che prenotiate il giorno prima o rischierete di stare ore ed ore and aspettare il vostro turno!